Il 24 Giugno 2024 insieme alle Associazioni di Categoria imolesi, Impresa e Professioni, Centro Studi “Alcide De Gasperi” e Università Aperta Imola, abbiamo avuto il piacere di promuovere e organizzare il Convegno dedicato alle POLITICHE DI IMMIGRAZIONE, DENATALITA’ E IMPATTO SUL MONDO DEL LAVORO.


📉Il problema del declino demografico sta diventando sempre più evidente in Italia: tra il 2011 e il 2021 la popolazione è scesa da 60 a 59 milioni di abitanti.

Le politiche adottate negli ultimi anni, che hanno portato ad un’inversione di tendenza in altri Paesi europei, si concentrano su due fronti:

  • Sostenere la natalità riducendo i costi per le famiglie e riconoscendo il valore sociale dei bambini e dei giovani.
  • Favorire l’immigrazione con maggiori investimenti nell’integrazione e nell’occupazione.

Affrontare queste sfide e trovare soluzioni richiede un impegno condiviso delle forze politiche democratiche italiane.

Contrastare il declino demografico, lo spopolamento di alcune aree, l’invecchiamento della società e il calo demografico sono sfide cruciali per il futuro.


🎙️Il convegno è stato diretto dal Direttore Generale di Officina Digitale, Davide Baroncini, il quale ha avuto il piacere moderare gli interventi di diversi ospiti illustri e specializzati sul tema:

  • Fabrizio Castellari, Vicesindaco del Comune di Imola;
  • Gianluigi Bovini, Statistico e demografico, già dirigente del Comune di Bologna;
  • Mariagrazia Bonzagni, Direttrice area Programmazione, Controlli e Statistica del Comune di Bologna;
  • Gian Maria Ghetti, Dirigente scolastico Istituto Tecnico Agrario Scarabelli e Ghini di Imola;
  • Marco Gasparri, Presidente della Delegazione Imolese di Confindustria Emilia Area Centro;
  • Vincenzo Colla, Assessore allo sviluppo economico e green economy, formazione, lavoro e relazioni internazionali della Regione Emilia-Romagna.

📝Di seguito le slides raccontate dagli ospiti durante il convegno:

📸Galleria fotografica dell’evento:

👏🏻Ringraziamo tutti gli ospiti dell’incontro per i loro interventi, è stato un convegno ricco di riflessioni interessanti, su una tematica attualissima e di cui forse tutt’ora non si dà l’eccessiva importanza e visibilità,.